TARI COMUNE DI SAN FELE: RIMBORSI D’UFFICIO SULLE PERTINENZE.

Nei giorni scorsi avevamo segnalato un possibile errore in ordine all’applicazione della TARI nel Comune di SAN FELE, sulle parti  variabili. Di conseguenza, avevamo chiesto un incontro al Sindaco.

Il predetto incontro si è tenuto ieri,vi hanno partecipato il Sindaco Donato SPERDUTO, il Responsabile del Servizio Finanziario del Comune  Valerio DE LEONARDIS e per la Federconsumatori, il Presidente Rocco LIGRANI  e gli avv. Graziella ROMANIELLO e Erika SPERDUTO. L’incontro è servito per chiarire ogni dubbio sulle modalità di applicazione della TARI per l’anno 2018 e precedenti a partire dal 2014.

Dopo ampia e approfondita discussione sull’argomento la FEDERCONSUMATORI ha chiesto:

–   IL RIMBORSO in autotutela ovvero d’ufficio per coloro che hanno  gjà pagato la tassa non dovuta sulla parte variabile, così come richiesto dal Comune,

–  LA RIEMISSIONE degli avvisi bonari di pagamento per i cittadini che      ancora non hanno provveduto al pagamento della Tassa,

–   IL RIESAME di tutte le posizioni a partire dall’anno 2014 con comunicazione ai cittadini dell’avvio del procedimento, finalizzato al riconoscimento del credito per errore di calcolo.

Il Sindaco, esaminate tutte le proposte avanzate dalla Federconsumatori e condividendole,  ha assunto formale impegno di dare disposizioni agli uffici interessati di operare in tal senso.

Grande soddisfazione della Federconsumatori di aver conseguito un risultato importante per i cittadini di San Fele che vedranno essere  restituite le somme erroneamente versate, senza dover presentare alcuna domanda.

Diamo atto al Sindaco SPERDUTO di aver dimostrato sensibilità e interpetrato nel modo giusto l’istituto dell’autotutela.

Un buon esempio di gestione del  “Potere di Autotutela” che arriva da un piccolo comune della provincia.

 

Di Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X